WAM Festival Mozart per Amnesty International

  • By WAMrovereto
  • Published 11 aprile 2016
  • Tagged
Logo-Amnesty

WAM Festival Mozart è sostenitore ufficiale della campagna di Amnesty International contro gli atti di repressione perpetrati dal governo iraniano nei confronti di artisti e uomini di cultura.

La 29a edizione di WAM Festival Mozart si apre tra meno di un mese e presenta un cartellone denso di appuntamenti liberamente ispirati alla musica da camera. Gli artisti coinvolti in questa nuova edizione sono tanti, provengono da tutta Europa, sono giovani “scoperte” o navigati professionisti; a Rovereto avranno modo di esprimere il loro talento con uno strumento, con la voce, con un gesto o persino con le marionette. Tuttavia, una tale condizione di libertà di espressione, permessa e incentivata da assetti socio-politici democratici come quello italiano, è invece continuamente e gravemente violata in altre zone del mondo, spesso meno lontane di quanto si immagini.

Keywan Karimi è uIMG_0987819n regista curdo iraniano di trent’anni, laureato in Scienze Sociali a Teheran. La sua giovane carriera, iniziata con una serie di brevi documentari sulla vita nell’Iran contemporaneo, è stata interrotta da una condanna a sei anni di reclusione e 223 frustate. Le accuse nei suoi confronti, tra cui “offesa alla sacralità islamica” si basano sul contenuto di un video musicale, mai reso pubblico, rinvenuto nel suo hard disk. Il 21 febbraio scorso la Corte d’appello del tribunale di Teheran ha espresso la sentenza definitiva: un anno di carcere, 223 frustate e il pagamento di 20 milioni di rial.

L’appello di Amnesty International, da tempo impegnata nella protezione del diritto alla libertà di espressione e nella denuncia delle gravi violazioni dei diritti umani nel paese, si focalizza sul caso di Keywan Karimi. L’associazione chiede che il cineasta non venga punito per il pacifico esercizio dei suoi diritti, che non si faccia ricorso alla fustigazione, pratica che viola il divieto assoluto di tortura ai sensi del diritto internazionale.

WAM Festival Mozart sostiene con forza la campagna di raccolta firme di Amnesty International, promuovendo l’appello durante i giorni del Festival e tramite i canali di diffusione a propria disposizione (comunicati stampa, social network, sito, newsletter). Sarà presente, con relativo materiale informativo, il Gruppo di Rovereto e Alto Garda, rappresentanza di Amnesty International Italia, presso le biglietterie dei concerti serali del 29 aprile e del 14 maggio al Teatro Zandonai e del 7 e 13 maggio presso la Sala Filarmonica. Dal 23 aprile e per tutta la durata del Festival, inoltre, sarà possibile aderire alla raccolta firme in favore di Keywan Karimi presso il Punto WAM allestito in piazza Battisti.

Ulteriori informazioni sulla campagna di Amnesty International sono reperibili su www.amnesty.it/iran-regista-karimi-frustate.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi